link alla homepage link alla direzione cultura della regione veneto
link al sito ufficiale del comune di piove di sacco
Presentazione dell'iniziativa
separatore
profilo storico
bibliografia essensiale su ruzante
i luoghi di ruzante
messinscene ruzantiane - separatore
opere di ruzante
Elenco degli spettacoli
Elenco dei registi
separatore
ruzante e la musica
separatore
iconografia ruzantiana
Ruzante ed il cinema
pulsante eventi - separatore
eventi / spettacoli
eventi / convegni
attività per le scuole
pubblicazioni
altri eventi
banda finale
Poesia su Ruzante
Ruzante a la Vaccaria

Cavalieri, plastiche verghe, dame borchiate a un relaxe autunnale.
Nei risvolti letterari grisaglia sbava
le fatiche, Vaccaria immaginifica Roccapendice
nevo d’un meriggio auscultato.
Archi d’angolo, erba inglese subacquea
don chisciotte e il ronzinante
a scolpire ombre battelli senili
sui rilievi in prelibato silenzio.

Sviliti i ritrovati della tecnica
nei salotti pesanti di stelle nane
sorso fiato ogni momento eguali
e un po’ diversi
elettroni d’orbite astute
inclini a opere e giorni di convinzione

Alla tua fissione nella tristezza dell’uomo
Angelo Beolco, esatto stroma
Ruzante sintassi di zolla e lima
azzarda questo frangibile testo
il quaquare culturale nel lampo dell’occhio.
Mondo tozzo in un piatto vuoto
o di lenticchie, rustico principio
per bravate padronali. Ma nell’onta
non può, cancaro, urlare la carogna
tutta pregna e schiava davanti
folto cribro dietro. E muovere digiuno
a ritrovare l’osso nell’arcadia
fertilità della boassa, dapprima si schiude
il compromesso per una fine balorda
lama nel sangue.
E sempre lavare i panni sporchi
dentro il fenomeno, innesti sperimentali
d’una parlata atomica, forcipe tornante
in ideologia ipersociale

Personaggi pelosi spingono avanti
rattoppi, sbrodolosi parlamenti.
Il dramma è nelle gocce di sudore
o di rugiada, nei sogni. E non l’ammodata
astrazione “bello il paesaggio anche
il cielo si perde fra le cose”…
Ma coartazione di pensieri, immunità
fra querele dissacrate e scaltre
ribellione satirica
odore stantìo lontano dal vino…

Archiloco padano pesto di ricordi
vagoli mimi-nô elucubrati da secoli
di fame, escrementi acolici,
tu Ruzante sospiro anofelico
baffo della luna

[Cesare Ruffato]

< Paolo Sambin - Per le biografie di Angelo Beolco, il Ruzante, e di Alvise Cornaro | "L'Anconitana" >

clicca per visualizzare il volantino